Un weekend tra colline scacchi e ceramica!

Seguimi sui social!:

Partita a scacchi di Marostica

Negli anni pari, la seconda domenica di settembre, Marostica assume un fascino pittoresco e medievale.

Quest’anno abbiamo giocato d’anticipo e a maggio abbiamo prenotato i biglietti per assistere alla partita a scacchi di Marostica.  Ma come, io Marosticense di nascita che non ho mai visto la partita??? Esatto mai vista prima d’ora!

Prenotiamo un B&B a Paderno del grappa ( guarda il b&b). B&b che vi consiglio vivamente. Sara, la proprietaria, è gentile e attenta ai dettagli. Il tavolo della colazione, è imbandito con, dolci fatti in casa come faceva la mia nonna, thè (avete l’imbarazzo della scelta) e caffè. Insomma ogni vostro desiderio sarà esaudito. Non manca poi l’atmosfera di casa, con musica classica e candele che accompagnano le fette di cheescake ai frutti di bosco. Insomma una delizia per il palato, le orecchie e il naso! E poi i nostri amici a quattro zampe sono i benvenuti. E questo è un altro buon motivo per soggiornare qui.

Pronti per esplorare un piccolo pezzetto di Veneto sconosciuto? Il paesino in questione si chiama Nove!

Vabbè essendoci nata e avendo vissuto qui, io sono di parte… ma vi posso assicurare che è graziosissimo e molto curato.

Nove (info su Nove ) è un piccolo paesino in provincia di Vicenza famoso per la ceramica. Nella piazza principale quasi tutto è fatto in ceramica lampioni, fioriere, panchine hanno incastonato un qualcosa in questo materiale.

                 

Noi siamo stati durante la festa della ceramica detta anche portoni aperti.

Qui le fabbriche, per lo più artigianali, aprono i portoni al pubblico, svelando tecniche, e segreti di quest’arte.

         

Non potevano mancare poi le bancarelle egli showroom con delle vere e proprie opere d’arte rigorosamente fatte e dipinte a mano.   

Un’ idea che ho trovato molto originale, è la ciotola del cuore… Ogni anno vengono prodotte 999 ciotole tutte diverse in serie limitata. Ogni ciotola è numerata e può essere prodotta da uno o più artisti, che possono essere anche bambini. La trovo un’ idea strepitosa! Se ne acquisti una, per 10 euro ti danno anche una cena a base di riso e un bicchiere di vino….. (da buoni veneti…)

Dopo aver ammirato le varie bancarelle, è ora di andare in direzione Marostica per assistere alla partita di scacchi viventi.

Come da tradizione, il secondo weekend di settembre degli anni pari, si svolge la partita a scacchi nell’omonima piazza a Marostica (leggi). Devo dire che ne ho sempre sentito parlare, ma viverla, è sicuramente un emozione unica.

        

Sbandieratori, sputafuoco, arcieri, dame e cavalieri con dei sfarzosi costumi, sono il contorno di una magica storia d’amore tra la bella Lionora e i due contendenti, Rinaldo D’Angarano e Vieri da Vallonara entrambi innamorati di Lei. Il padre di Lionora, che non voleva perdere nessuno dei due giovani, decise che la figlia avrebbe sposato il vincitore della sfida al gioco degli scacchi. Lo spettacolo dura circa due ore ed è un tripudio di danze, musiche, colori coreografie che ne fanno uno spettacolo davvero unico al mondo.

Ma dopo aver visto la partita a scacchi, e dopo aver visitato i laboratori di ceramica potevamo tralasciare uno dei borghi più belli d’Italia?? Ovviamente no… perciò direzione … Asolo!

                     

Consigliata da amici, Asolo si è rivelata al di sopra delle aspettative. Ricca  di un sali e scendi di viuzze con i portici, nella piazza principale, troviamo la Fontana Maggiore   che, fino a qualche anno fa era alimentata dall’acquedotto romano ancora oggi presente e in parte visitabile .

In un paio di orette potete vedere praticamente tutto il borgo, la Cattedrale, il Museo Civico, il Castello di Caterina Cornaro, il Teatro e la Casa Duse, Palazzo Beltramini, Villa Contarini detta Villa degli Armeni e la rocca, sperando di non trovarla chiusa com’è successo a noi.

                       

Ricco di localini molto graziosi sotto i portici, questo paesino, unisce cultura, storia e coccola anche il palato.

Insomma in Veneto i  weekend  sono spesso all’insegna del relax, dell’arte, e della cultura.

Se ti è piaciuto l’articolo metti un like o condividilo sui social!

Seguimi sui social!:

You may also like...

Popular Articles...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *