Fotografare durante un Safari

Seguimi sui social!:

Consigli su come realizzare scatti di qualità durante un Safari.

Se siete amanti della natura, vi piacciono gli animali e vi piace viaggiare, sicuramente il momento di fare un Safari arriverà. Ma come non farsi trovare impreparati a questo viaggio tanto atteso? Io stessa, che fotografo spesso, ero piena di dubbi e così ho iniziato a leggere articoli e manuali, e ovviamente a chiedere consigli ai miei amici fotografi. Ecco come fotografare durante un Safari.

Alla fine vi dico subito che non serve avere un’attrezzatura costosissima. Bastano pochi accorgimenti e vedrete che anche voi realizzerete degli scatti che rimarrete a bocca aperta.

Dovrete mettere in previsione di esercitarvi un pochino prima. Lì non avrete il tempo di cambiare le impostazioni della vostra macchina fotografica. Quindi vi consiglio di provare a fare foto naturalistiche, anche il gatto di casa andrà benissimo.

Fotografare durante un Safari non è semplicissimo, spesso, dovrete cogliere l’attimo, quindi non vi dovete trovare impreparati!

Ecco allora cosa ti serve per fotografare durante un Safari.

Macchina fotografica

Dimenticate di poter fare delle fotografie con le compatte. Non avranno mai una lunghezza focale adatta e anche se zoommerete, o ritaglierete la foto, quest’ultima risulterà sgranata.

Quindi avrete bisogno di una reflex.

L’ideale sarebbe avere due corpi macchina con due obiettivi diversi montati. Una con un’ottica zoom (meglio se un teleobiettivo) e una con un’ottica fissa a lunghezza focale, quest’ ultima perché risulta essere molto più precisa e la fotografia avrà una qualità maggiore. Io in realtà ho usato due obiettivi un Tamron70-300 e un Nikon 55-200. Se avete un moltiplicatore di focale potrebbe sicuramente aiutarvi anche se questo riduce l’apertura del diaframma, ma generalmente durante il Safari c’è molta luce, quindi non dovreste avere problemi.

Quello che non dovete assolutamente fare è cambiare obiettivo da un corpo macchina all’altro. Durante il Safari si alza molta polvere, finireste per rigarlo o sporcarlo all’interno, oltre al fatto che vi potete perdere l’attimo importante.

Cavalletto o monopiede

Mettete sempre in valigia un cavalletto! Non si sa mai! Probabilmente durante il Safari non lo userete, ma magari se vi fermate potrebbe tornarvi utile. Meglio averlo e non usarlo, piuttosto che lasciarlo a casa.

Potete anche optare per un monopiede, quello è più fattibile che lo usiate anche durante il safari.

Schede di memoria

Durante il Safari scatterete molte più foto di quello che immaginate, perciò fondamentale è che abbiate più schede di memoria. Io ne ho portate 10 da 32 gb. Lo so sono tante ma meglio abbondare che deficere! Stessa cosa vale per le batterie io ne ho acquistate altre 2 in più. In totale avevo 3 batterie (sempre cariche) per ogni macchina fotografica. Ricordatevi alla sera di svuotare le schede di memoria sul pc o sull’ hard disk esterno. Se si rovina o rompe la scheda perdete tutto.

Kit di pulizia

Io la porto a pulire in negozi specializzati, ma può succedere di avere la lente o l’obiettivo con qualche sporcizia al suo interno. Se ciò dovesse accadere, e non avete modo di portarla a pulire, vi basterà un panno in microfibra e una pompetta per l’aria. “Accarezzate” la lente con il panno dal basso verso l’alto, e utilizzate la pompetta per rimuovere l’eventuale ulteriore sporcizia. In ogni caso io evito di smontare l’obiettivo dal corpo macchina per pulirla, piuttosto faccio le foto e poi in post produzione tolgo lo sporco.

Ma ora vediamo le impostazioni principali

Messa a fuoco

Ogni volta che metterete a fuoco, nel mirino della vostra reflex si illumineranno tanti rettangoli o punti. Quelle sono le aree di messa a fuoco. Dovrete concentrare la messa a fuoco in una determinata area dell’inquadratura. IO solitamente punto gli occhi, attira di più l’attenzione di chi guarda.

Tipo di esposizione

Solitamente io la lascio su “dinamica” o su “auto” (nella Nikon), ma potreste aver bisogno di cambiarla su “spot” nel caso che il soggetto sia posizionato in un luogo con un forte contrasto di luce.

Tempi di posa

Utilizzerete un teleobiettivo quindi i tempi di posa (se non usate il cavalletto) dovranno essere alti. Vi suggerisco un piccolo trucchetto, il tempo di posa deve essere sempre maggiore alla lunghezza focale che utilizzate. Se scattate con una lunghezza focale di 300 il tempo di posa dovrà essere di almeno 1/325. Eviterete così il mosso.

Sensibilità ISO

Durante il giorno, a meno che non sia una giornata nuvolosa, io solitamente tengo gli ISO bassi. Questo inciderà sulla qualità della foto. Più gli ISO sono alti e più la foto sarà “rumorosa”. Io ho tenuto gli ISO a 100, ma potete tranquillamente aggirarvi attorno ai 400.

Scatto singolo o multiplo

Il mio consiglio è di impostare la vostra reflex sullo scatto multiplo. Se riterrete opportuno usarlo lo avete già impostato. Credetemi che durante il Safari potrebbe accadere di immortalare una scena che richiede più fotogrammi. Avendolo già impostato non vi farete trovare impreparati.

Messa a fuoco manuale o automatica

Sicuramente automatica. Io ho provato (non durante il Safari) ad usare la messa fuoco manuale ma erano sempre sfuocate! State attenti però a mettere a fuoco soltanto il soggetto e niente altro. A me è successo che c’erano dei fili d’erba davanti al leone e senza volere ho messo a fuoco quelli e non il felino!

soggetto a fuoco
tempo di esposizione 1/320
ISO 800
lunghezza focale 220 mm
f 4,8
soggetto con gli occhi a fuoco
tempo di esposizione 1/320
ISO 200
lunghezza focale 300 mm
f 10
errore di messa a fuoco ingannata dai fili d’erba
tempo di esposizione 1/320
ISO 400
lunghezza focale 300 mm
f 5,6
corretta messa a fuoco nonostante il “disturbo” dei fili d’erba davanti
tempo di esposizione 1/320
ISO 400
lunghezza focale 230
f 16

Spero di averti aiutato nel capire come fotografare durante un Safari. Sono sicura che farai degli scatti stupendi e questo viaggio ti rimarrà ancora di più nel cuore com’è successo a me in Kenya.

Guarda qui tutte le foto che ho realizzato durante i miei Safari

MASAI MARA
AMBOSELI
NAKURU LAKE

Se hai trovato utile questo articolo non dimenticare di lasciare un like o un commento!

Seguimi sui social!:

Popular Articles...

2 Comments

  1. Heey I aam so delighed I found your blog page, I really found youu by accident, whkle I was searching on Digg for something else, Anyways I am here noow and would just like to
    say thank you for a tremendous post and a all round exciting blog (I also love the theme/design), I don’t have time to go through it
    all at the minute but I have saved it and also added your RSS feeds, so when I have time I will be back to read much more, Please do keep up the
    fantastic work.

    1. Anna says:

      Ohhh thank you!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *