Capodanno a Budapest cosa vedere in tre giorni!

Seguimi sui social!:

Capodanno a Budapest

HO SEMPRE SOGNATO DI FESTEGGIARE IL CAPODANNO  in una capitale europea (ma gli impegni artistici non me lo consentivano)  così quest’ anno  ho deciso di rinunciare,  e riempire il mio trolley con uno dei sogni… destinazione … Capodanno a Budapest!

Da Trieste, passando per la Slovenja dopo circa 6 ore di viaggio totalmente in autostrada, (ahh si ricordatevi di acquistare la vignetta elettronica per tempo), arrivo in una delle capitali europee  più romantiche.

Sarà l’atmosfera natalizia, saranno le vie illuminate, gli innumerevoli mercatini di artigianato ed enogastronomici sparsi per il centro, ma si respira proprio un’ aria di festa. 

Cosa vedere a Capodanno Budapest

Inizio con il visitare la parte antica, Buda, dove per prima cosa vado a vedere la chiesa di Mattia Corvino e poi il Bastione dei Pescatori.

Costruito in stile neogotico e neo romanico il Bastione dei  pescatori è formato da sette torri che rappresentano le sette tribù magiare. Queste, si insediarono nel bacino dei Carpazi nel 896, dando appunto il nome che deriva dalla corporazione dei pescatori  i quali avevano il compito di difendere quel pezzo di città nel Medioevo.

Da questo capolavoro si gode di una vista notevole, il ponte delle catene (il più famoso e antico ponte che collega Buda e Pest  l’isola Margherita) nonché il Parlamento che con tutta la sua maestosità osserva scorrere il Danubio.

Per salire a Buda potete usare la funivia, io ho preferito salire a piedi per scattare fotografie.

Una crociera sul bel Danubio blu

Che dire una passeggiata lungo il Danubio e una mini crociera  notturna è d’obbligo in qualsiasi periodo dell’anno voi andiate… quindi saliamo a bordo e godiamoci questo paesaggio notturno. Lungo il Danubio, il palazzo del Parlamento il ponte delle catene e il lungo fiume, illuminati in modo speciale rendono il tutto ancora più romantico direi  che Budapest è un vero e proprio gioiello. 

Aspettando il Capodanno

Aspettando impaziente la notte piú lunga dell’anno  vado a visitare la galleria d’arte moderna che, se siete appassionati d’arte, vi  consiglio vivamente.

Ma è quasi ora.. Le vie iniziano a popolarsi di bancarelle che vendono bottiglie di spumante, parrucche coriandoli e abiti in stile carnevalesco. Eh si avete sentito bene loro usano festeggiare il capodanno travestiti come carnevale, così  mi immedesimo in loro e acquisto un cerchietto con le luci che indosserò poi  tutta la notte! Le piazze, le vie i locali sono popolati da persone che con aria festosa e allegra  è  pronta a fare countdown nel massimo rispetto delle regole… insomma tra pochissimi fuochi d’artificio e botti la mezzanotte è arrivata e noi assieme ai nostri vicini ungheresi accendiamo i nostri bengala e con il nostro prosecco diamo il benvenuto al nuovo anno…. Pensando a  cosa ci riserverà .

Pest, la parte nuova di Budapest

Il mattino seguente, prima di fare ritorno a Trieste, facciamo un ultimo giro a Pest . La città è già sveglia e gli spazzini hanno l’hanno già pulita dai resti dei festeggiamenti, e di questo ne rimango esterrefatta. Impossibile  non andare a vedere la sinagoga, il principale luogo di culto ebraico nonchè la più grande  d’Europa e quarta al mondo per grandezza.

Tre giorni per visitare Budapest non sono molti ma questo gioiellino tenuto cosi bene merita davvero di essere visitato in qualsiasi stagione, quindi so già che ci sarà un’altra  occasione per riempire il mio trolley e fare nuovamente tappa qui…

Se ti è piaciuto l’articolo metti un like, lascia un commento o condividilo sui social!

Prenota qui la tua vacanza

Booking.com

Prenota qui il tour per visitare Budapest

Guarda qui tutte le foto di Budapest

BUDAPEST
Seguimi sui social!:

You may also like...

Popular Articles...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *